Attività assistenziale

C.U.P.

Centro Unico Prenotazioni
Ospedale San Camillo IRCCS
Lido di Venezia

Tel. 041 22 07 244

Numero Verde 800 86 24 34

(Lun-Ven dalle 11.00 alle 14.00)

Centralino

Tel. 041 22 07 111


Clicca qui per accedere al portale dovesalute.gov.it del Ministero della Salute




bandi e concorsi

  • Terapista occupazionale

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n.1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE TERAPISTA OCCUPAZIONALE CAT. D - Scadenza 20 febbraio 2017 ore 12.00

  • Logopedista (determinato)

    Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO - PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE LOGOPEDISTA CAT. D - Scadenza 30 luglio 2017 ore 12.00

  • Fisioterapista (determinato)

    Avviso Pubblico (B.U.R. Veneto n. 35 del 15 aprile 2016), per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE FISIOTERAPISTA CAT. D - scadenza 16 maggio 2016 ore 12.00 - Ammissione dei candidati - Modifica alla delibera di ammissione dei candidati - Convocazione colloquio

  • Infermiere (determinato)

    Avviso pubblico (B.U.R. Veneto n.14 del 19 febbraio 2016), per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO INFERMIERE CAT. D. - Scadenza 21 marzo 2016 ore 12.00 - Ammissione dei candidati - Integrazione delibera ammissione candidati

  • Logopedista (indeterminato)

    Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE LOGOPEDISTA CAT. D - Scadenza 31 agosto 2017 ore 12.00

  • Dirigente medico (indeterminato)

    Bando concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n.1 posto di DIRIGENTE MEDICO DELLA DISCIPLINA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE - scadenza 19 giugno 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati

  • Dirigente medico (determinato)

    Avviso pubblico, per titoli e prova teorico-pratica, per la formulazione di graduatoria da utilizzare per assunzioni a tempo determinato di DIRIGENTE MEDICO DELLA DISCIPLINA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE - Scadenza 24 dicembre 2016 ore 12.00

  • Borse di studio (ricerca)

    Avviso pubblico per l'assegnazione di n.6 BORSE DI STUDIO nell'ambito della ricerca corrente e finalizzata - Scadenza 25 luglio 2017 ore 12.00

  • Educatore professionale

    Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO – PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE EDUCATORE PROFESSIONALE (Cat. D) - Scadenza 13 luglio 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati

  • Assistente tecnico

    Avviso Pubblico, per titoli e prova teorico-pratica, per l’assunzione a tempo determinato a tempo parziale al 50% per mesi 6 di n. 1 ASSISTENTE TECNICO – PERSONALE TECNICO (Cat. C) - scadenza 22 maggio 2017 ore 12.00

Vedi tutti »

Gravi Cerebrolesioni Acquisite

Struttura complessa

Struttura Complessa Gravi Cerebrolesioni Acquisite
Responsabile f.f.
Vincenzo Iaia
Dr. Vincenzo Iaia
Curriculum Vitae
Medici  Dr.ssa Elena Cosentino Curriculum Vitae
  Dr. Mauro Cenedese Curriculum Vitae
  Dr.ssa Arianna Maccone  
Coordinatrice Antonella Chinellato  

 

La struttura complessa per le Gravi Cerebrolesioni Acquisite si trova al secondo piano del padiglione B (intitolato a Santa Bertilla Boscardin).

Telefono segreteria reparto: 041 2207179

Orari segreteria: 10.30 - 12.30

Telefono reparto: 041 2207180

Fax reparto: 041 2207147

Orari di visita: tutti i giorni 10.00-12.00; 15.30-18.00
Orari dei pasti:

  • Colazione 7.15-9.15;
  • Pranzo 11.50;
  • Cena 17.50

La struttura complessa per le Gravi Cerebrolesioni Acquisite è destinata al ricovero di pazienti particolarmente gravi, che hanno presentato uno stato di coma di gravità alla GCS < = 8 per un periodo non inferiore alle 24 ore. Si tratta pertanto di pazienti provenienti da reparti di rianimazione, di neurochirurgia e di neurologia del Veneto e da fuori regione, che presentano elevate ed articolate esigenze assistenziali e riabilitative, che prevedono anche un forte coinvolgimento dei familiari. Le patologie più frequentemente coinvolte sono i traumi cranici, gli eventi cerebrovascolari gravi e le anossie cerebrali. Si tratta di soggetti spesso con basso livello di responsività o affetti da complessi deficit di natura motoria, cognitiva e comportamentale, per i quali è necessariamente richiesto un approccio multidisciplinare da parte di personale formato in modo specifico (medico, psicologo, neuropsicologo, fisioterapista, logopedista, assistente sociale, ecc...).

L’attività assistenziale e riabilitativa è basata, per quanto riguarda i criteri di trasferibilità ed i percorsi assitenziali, sulle raccomandazioni della Conferenza Nazionale di Consenso (Modena 2000) su “Modalità di trattamento riabilitativo del traumatizzato cranio-encefalico in fase acuta, criteri di trasferibilità in strutture riabilitative e indicazioni a percorsi appropriati”, attualmente accettate anche nel Piano Nazionale della Linee Guida dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Per quanto riguarda invece gli aspetti più strettamente clinico-riabilitativi vengono considerati i campi d'intervento così come delineati nel "Protocollo diagnostico-terapeutico del grave traumatizzato cranico con coma prolungato post-traumatico" (Formisano et al. 2001), documento anche questo prodotto dall'ISS.

L’intervento assistenziale prevede una prima fase basata su: 

  • variazioni periodiche di posture nell’arco della giornata, mobilizzazione passiva pluriarticolare e precoce mobilizzazione in carrozzina;

  • monitoraggio strutturato della responsività e strutturazione di un ambiente favorevole al manifestarsi delle prime capacità di comunicazione;

  • interventi di riabilitazione respiratoria mirati al drenaggio bronchiale e all’applicazone delle tecniche di svezzamento progressivo dal tracheostoma;

  • omogeneizzazione all'interno del team che ha in carico il paziente, del tipo di informazione da fornire alla famiglia e dei supporti psicologici e logistici.

Alla ripresa del contatto ed al manifestarsi di un'attività psicomotoria più articolata, il lavoro riabilitativo sarà mirato al recupero di deficit motori, dei disturbi della deglutizione e del linguaggio, dei disturbi cognitivi e di quelli comportamentali.

Per dare continuità ai trattamenti specifici svolti dai terapisti della riabilitazione, il personale infermieristico è formato a metodiche, che anche nelle manovre di nursing permettano di proseguire il lavoro riabilitativo, sia negli aspetti di base (tecniche di postura, di mobilizzazione, di stimolazione), che in quelli più avanzati della promozione dell’autonomia nelle comuni attività della vita quotidiana (ADL). Per quanto riguarda l’intervento per i familiari è previsto una loro integrazione attiva nei programmi riabilitativi ed è favorita la loro presenza durante la giornata al fine di motivare e stimolare in particolare i pazienti più gravi. Possono a loro volta usufruire del supporto di uno psicologo per superare lo stato psichico dovuto alla grave malattia del proprio familiare e sono seguiti anche dal punto di vista socio-assistenziale dall’assistente sociale per la programmazione del reinserimento sociale dei pazienti.

Pagina aggiornata: luglio 2017

Numeri utili I.R.C.C.S. Ospedale San Camillo di Venezia

Come raggiungerci

  • Da Venezia P.Roma / Stazione FS

    linee di navigazione n° 1 - 5.1 - 6
  • Da Lido S.Maria Elisabetta:

    linee autobus A direzione Alberoni.
  • Da Venezia Tronchetto:

    Linea 17 (ferry-boat) per Lido.
  • Da Chioggia:

    Linea 11 per Lido.

Da Aeroporto Marco Polo:

Da Fusina:

 

Come raggiungere il SAN CAMILLO