Attività assistenziale

C.U.P.

Centro Unico Prenotazioni
Ospedale San Camillo IRCCS
Lido di Venezia

Tel. 041 22 07 244

Numero Verde 800 86 24 34

(Lun-Ven dalle 11.00 alle 14.00)

Centralino

Tel. 041 22 07 111


Clicca qui per accedere al portale dovesalute.gov.it del Ministero della Salute




bandi e concorsi

  • Terapista occupazionale

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n.1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE TERAPISTA OCCUPAZIONALE CAT. D - Scadenza 20 febbraio 2017 ore 12.00

  • Logopedista (determinato)

    Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO - PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE LOGOPEDISTA CAT. D - Scadenza 30 luglio 2017 ore 12.00

  • Dirigente medico (indeterminato)

    Bando concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n.1 posto di DIRIGENTE MEDICO DELLA DISCIPLINA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE - scadenza 19 giugno 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati

  • Dirigente medico (determinato)

    Avviso pubblico, per titoli e prova teorico-pratica, per la formulazione di graduatoria da utilizzare per assunzioni a tempo determinato di DIRIGENTE MEDICO DELLA DISCIPLINA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE - Scadenza 24 dicembre 2016 ore 12.00

  • Infermiere (determinato)

    Avviso pubblico (B.U.R. Veneto n.14 del 19 febbraio 2016), per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO INFERMIERE CAT. D. - Scadenza 21 marzo 2016 ore 12.00 - Ammissione dei candidati - Integrazione delibera ammissione candidati - Convocazione colloquio

  • Infermiere coordinatore

    Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO ESPERTO INFERMIERE COORDINATORE Cat. DS - Scadenza 16 ottobre 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati

Vedi tutti »

Mielolesioni e Sclerosi Multipla

Struttura complessa

Struttura Complessa Mielolesioni e Sclerosi Multipla
Responsabile
Dr. Francesco Piccione
Curriculum Vitae
Medici Dr.ssa Paola Cudia Curriculum Vitae
  Dr. Antonio Merico Curriculum Vitae
  Dr.ssa Maria Rosaria Stabile Curriculum Vitae
Coordinatore Imola Di Santo  

La struttura complessa per le Mielolesioni e la Sclerosi Multipla si trova al quarto piano del padiglione B (intitolato al dr. Roberto Diana).

La struttura complessa per le Mielolesioni e la Sclerosi Multipla comprende, oltre alla sezione di degenza per le Mielolesioni, la struttura semplice per la Sclerosi Multipla (letti 15), la sezione di degenza per la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e le malattie rare neuromuscolari, i servizi aggregati di Neurofisiologia Clinica e di Urologia.
Il percorso assistenziale dei pazienti ricoverati presso la struttura complessa per le Mielolesioni e la Sclerosi Multipla risulta necessariamente strutturato e diversificato a seconda della patologia, del grado di disabilità e dello stadio di malattia.
Il trattamento riabilitativo del paziente con malattia neurologica spinale o neurodegenerativa viene inteso come “metodo di cura globale” ossia di “presa in carico” della persona, per far fronte a tutti i sintomi causati dalla malattia, che condizionano la disabilità e la qualità di vita del paziente.
In tale prospettiva, l’intervento sanitario viene orientato su percorsi assistenziali diretti alla valutazione e modalità di trattamento dei deficit motori, cognitivi e di comunicazione, nonché dei deficits ventilatori, nutrizionali e di controllo sfinterico ed infine dei determinanti psicologici, socio-ambientali ed etico-culturali del soggetto e del caregiver. In tali ambiti gli interventi riabilitativi vengono valutati sulla base dei risultati ottenuti in termini di appropriatezza, efficacia terapeutica, riduzione della disabilità, miglioramento della qualità di vita e, se è possibile, guadagno di sopravvivenza.
L’organizzazione assistenziale si propone di applicare un approccio multidimensionale in relazione ai determinanti dell’autonomia e della qualità di vita (sindrome da immobilizzazione, deficit cognitivo, deficit della comunicazione, sconvolgimento degli equilibri psicologici e socio-ambientali etc…), ai diversi setting riabilitativi (domicilio, ambulatorio, reparto) e alle modalità di assistenza (continuità assistenziale).
Nello specifico vengono definiti, di volta in volta, gli obiettivi raggiungibili dal trattamento riabilitativo, nei limiti dati dal deficit iniziale e/o dalla velocità di progressione della malattia.
Il deficit neurologico può essere contrastato da specifici programmi di riabilitazione, che assieme ai corretti esercizi, ai trainings task oriented, permettono l’apprendimento di nuove strategie motorie e cognitive, mediante attività coerenti, sufficientemente ripetute e corredate da adeguati feedback.
In tal modo la riabilitazione non ha solo una valenza “compensatoria” inerente al mantenimento dell’autonomia nelle attività della vita quotidiana, ma anche di vero e proprio recupero.
Per la realizzazione di tali obiettivi, la struttura complessa per le Mielolesioni e la Sclerosi Multipla si avvale di un team multidisciplinare composto da: neurologo, medico riabilitatore, medico internista, urologo, fisioterapista, logopedista, terapista occupazionale, psicologo, assistente sociale, infermiere.
La struttura complessa per le Mielolesioni e la Sclerosi Multipla si pone anche obiettivi di carattere socio-sanitario, in particolare la realizzazione di un modello di assistenza innovativo, la cui ricaduta economica in termini di efficacia, efficienza ed economicità, viene verificata e dimostrata attraverso una serie di indicatori, di seguito elencati:

  • Riduzione del numero dei ricoveri impropri; 

  • Riduzione della spesa correlata ai ricoveri impropri;

  • Riduzione dei ricoveri ripetuti all’interno di strutture dedicate alla fase riabilitativa (ricoveri in grado di rispondere in modo definitivo ai bisogni riabilitativi ed assistenziali del paziente);

  • Aumento del grado di autonomia/paziente dopo l’intervento riabilitativo (valutato attraverso il monitoraggio dello score delle scale di autonomia);

  • Riduzione delle spese di assistenza/paziente (es.: trasporto, badanti, ausili, etc.), legata ad un aumento dei livelli di autonomia; 

  • Riduzione della spesa legata al ricovero in reparto per acuti ed al consumo di farmaci /paziente;

  • Reinserimento lavorativo dei pazienti trattati.

Pagina aggiornata: aprile 2015

Numeri utili I.R.C.C.S. Ospedale San Camillo di Venezia

Come raggiungerci

  • Da Venezia P.Roma / Stazione FS

    linee di navigazione n° 1 - 5.1 - 6
  • Da Lido S.Maria Elisabetta:

    linee autobus A direzione Alberoni.
  • Da Venezia Tronchetto:

    Linea 17 (ferry-boat) per Lido.
  • Da Chioggia:

    Linea 11 per Lido.

Da Aeroporto Marco Polo:

Da Fusina:

 

Come raggiungere il SAN CAMILLO