Attività Scientifica

C.U.P.

Centro Unico Prenotazioni
Ospedale San Camillo IRCCS
Lido di Venezia

Tel. 041 22 07 244

Numero Verde 800 86 24 34

(Lun-Ven dalle 11.00 alle 14.00)

Centralino

Tel. 041 22 07 111


Clicca qui per accedere al portale dovesalute.gov.it del Ministero della Salute




bandi e concorsi

  • Terapista occupazionale

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n.1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE TERAPISTA OCCUPAZIONALE CAT. D - Scadenza 20 febbraio 2017 ore 12.00

  • Logopedista (determinato)

    Avviso Pubblico, per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO - PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE LOGOPEDISTA CAT. D - Scadenza 30 luglio 2017 ore 12.00

  • Infermiere (determinato)

    Avviso pubblico (B.U.R. Veneto n.14 del 19 febbraio 2016), per titoli e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO INFERMIERE CAT. D. - Scadenza 21 marzo 2016 ore 12.00 - Ammissione dei candidati - Integrazione delibera ammissione candidati

  • Dirigente medico (indeterminato)

    Bando concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n.1 posto di DIRIGENTE MEDICO DELLA DISCIPLINA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE - scadenza 19 giugno 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati

  • Dirigente medico (determinato)

    Avviso pubblico, per titoli e prova teorico-pratica, per la formulazione di graduatoria da utilizzare per assunzioni a tempo determinato di DIRIGENTE MEDICO DELLA DISCIPLINA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE - Scadenza 24 dicembre 2016 ore 12.00

  • Infermiere coordinatore

    Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO ESPERTO INFERMIERE COORDINATORE Cat. DS - Scadenza 16 ottobre 2017 ore 12.00

  • Educatore professionale

    Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO – PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE EDUCATORE PROFESSIONALE (Cat. D) - Scadenza 13 luglio 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati - Comunicazione calendario prove d'esame - Esito prova scritta - Esito prova orale

  • Assistente tecnico

    Avviso Pubblico, per titoli e prova teorico-pratica, per l’assunzione a tempo determinato a tempo parziale al 50% per mesi 6 di n. 1 ASSISTENTE TECNICO – PERSONALE TECNICO (Cat. C) - scadenza 22 maggio 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati

  • Logopedista (indeterminato)

    Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO PERSONALE DELLA RIABILITAZIONE LOGOPEDISTA CAT. D - Scadenza 31 agosto 2017 ore 12.00 - Ammissione dei candidati - Comunicazione calendario prove d'esame - Esito prova scritta - Esito prova orale

Vedi tutti »

Linea 1

Presupposti neurobiologici del recupero funzionale

Linea di ricerca corrente n.1
"Presupposti neurobiologici del recupero funzionale"
Responsabile scientifico Corrado Angelini

Prof. Corrado Angelini
, neurologo
e-mail: corrado.angelini@ospedalesancamillo.net
Twitter: @AngeliniCorrado
Personale assegnato Dott.ssa Valentina Pegoraro Biotecnologa con PhD
in Scienze Mediche Cliniche e Sperimentali,
indirizzo Neuroscienze
  Dott.ssa Laura Giaretta Biotecnologa con PhD in Biotecnologie
  Dott.ssa Roberta Marozzo Biologa
Collaboratori Dott.ssa Elena Pinzan  
  Sig.ra Elena Pazienza Tecnico di laboratorio
  Dott. Alfonc Baba Fisioterapista - Twitter: @AlfoncBaba
  Dott.ssa Francesca Bevilacqua Curriculum Vitae - Twitter: @FranBevi73
  Dott.ssa Paola Cudia Curriculum Vitae
  Dott. Antonio Merico Curriculum Vitae - Twitter: @merico4s

 

Descrizione della linea di ricerca

I progetti della linea di ricerca corrente n. 1 "Presupposti neurobiologici del recupero funzionale" sono mirati alla comprensione delle basi fisiopatologiche e genetiche implicate in molteplici e severe patologie neurologiche, malattie rare, neurodegenerative, cerebro-vascolari, post-traumatiche e neuromuscolari. Questa linea si occupa della ricerca nell'ambito della proteomica e genomica al fine di individuare i fattori di suscettibilità alle patologie neurologiche, rare e neuromuscolari nonché dell'identificazione di nuovi markers di rilevanza diagnostica, prognostica e terapeutica.

 

Tecnologie

I vari campi di ricerca utilizzano le più avanzate tecnologie sia genomiche sia post-genomiche (miRNA, cDNA, analisi di mutazioni e di proteine con Western blot), tecnologie innovative nell'ambito della biologia cellulare (ad es. iPSc), della biochimica, della citochimica. Gli studi di carattere traslazionale vengono svolti su campioni biologici (siero, plasma…) e colture cellulari ottenuti da fibroblasti o sangue periferico prelevato da pazienti in trattamento riabilitativo presso l’IRCCS San Camillo.

 

Obiettivi

I principali obiettivi della linea di ricerca corrente n.1 sono quelli di chiarire i meccanismi che stanno alla base di processi neurobiologici fondamentali, tra i quali la morte neuronale, la necrosi, la riparazione, la rigenerazione e la plasticità neuronale e muscolare, l'apprendimento ed il danno ossidativo mitocondriale. I risultati neurobiologici dovranno servire per individuare nuovi percorsi clinico/diagnostici e terapeutici riabilitativi specifici per pazienti affetti da differenti patologie del Sistema Nervoso Centrale, periferico e muscolare. Ci si propone di individuare le basi razionali per possibili nuovi approcci terapeutici in grado di favorire i meccanismi di recupero; fornire gli indicatori biologici per conoscere meglio le basi della variabilità clinica nei pazienti e facilitare la prognosi dell'outcome in neuroriabilitazione.

I risultati ottenuti potranno trovare sbocco in nuovi percorsi clinico/diagnostici e terapie riabilitative integrate e, come tali, più complete per il trattamento di pazienti.

 

Progetti rappresentativi

  • Ruolo dell'atrofia ed autofagia nelle malattie neuromuscolari e correlazione della atrofia muscolare mediante imaging
  • Biobanca Malattie Rare e Neuro Riabilitazione – BBMRNR
  • Effetti molecolari del trattamento riabilitativo nella Distrofia Miotonica di tipo I: analisi di microRNA sierici
  • Valutazione delle alterazioni sieriche di microRNA muscolo specifici in pazienti SLA sottoposti a trattamento riabilitativo
  • Modificazioni di markers biochimici determinate dall’intervento riabilitativo terapeutico in pazienti affetti da SLA
  • Colture muscolari come modello di danno funzionale neuromuscolare, mitocondriopatie, malattie metaboliche rare
  • Valutazione degli effetti del trattamento riabilitativo nelle Distrofie muscolari mediante Risonanza Magnetica Nucleare del muscolo scheletrico

La linea di ricerca corrente n.1 ha partecipato nel 2015 e nel 2016 al progetto Conto Capitale promosso dal Ministero della Salute per la creazione di una rete di eccellenza per lo studio di biomarkers, caratterizzazione molecolare e assistenziale avanzata delle malattie neuromuscolari e neurodegenerative.

Sono inoltre attivi due progetti Telethon:

  • Caratterizzazione clinica e molecolare di famiglie FSHD come presupposto per valutare l'efficacia di terapie (GUP13013)
  • Studio degli aspetti clinici e patogenetici delle sindromi da accumulo di lipidi neutri (NLSD) (GGP14066)

 

Progetti attivi anno 2017:

1) Patogenesi delle distrofie muscolari: ruolo dell'atrofia ed autofagia nelle malattie neuromuscolari e correlazione dell'atrofia muscolare mediante imaging con Risonanza Magnetica Nucleare (RMN)
Responsabile: Corrado Angelini
Altri enti coinvolti: Associazione Escalones e Prof.ssa Cenacchi Università degli Studi di Bologna
In questo campo sono stati svolti una serie di lavori sulle distrofie dei cingoli tra cui uno sul riconoscimento di un caso tardivo di Pompe con Next Generation Sequencing e uno sull'analisi molecolare di una sarcoglicanopatia. Sono stati fatti una review della diagnosi delle distrofie muscolari congenite, delle sarcoglicanopatie e un articolo sulla diagnosi e scoperte sulle distrofie dei cingoli. Sulle distrofie dei cingoli è stato pubblicato un lavoro collaborativo su 504 pazienti. E’ stato eseguito un lavoro collaborativo sull’autofagia e i suoi biomarkers nella DM1 e in modelli di cellule in coltura con Perrine Castellet e Denis Furlong che è stato accettato dal Journal Clinical Investigation.

2) Biobanca Malattie Rare e Neuroriabilitazione- BBMRNR
Responsabile: Corrado Angelini
Altri enti coinvolti: nodo italiano BBMRI-it
E' stata continuata la raccolta dei campioni e l’espletamento delle procedure per l'entrata in qualità della biobanca (aprile 2016 certificazione ISO9000) con procedure implementate sia a livello ministeriale sia seguendo le linee guida della Regione Veneto. La cappa biologica è in corso di sostituzione con nuova cappa Fisher. Il 29 novembre 2016 a Milano si è tenuto il convegno del nodo Italiano BBMRI di cui facciamo parte ed abbiamo partecipato attivamente al convegno e al dibattito.

3) Studio di molecole proteiche e acidi nucleici su campioni tissutali e cellulari come biomarkers delle malattie neuromuscolari
Responsabile: Valentina Pegoraro
Altri enti coinvolti: Prof.ssa Rossella Tupler (MIOGEN) progetto Telethon GUP13013; Prof. Leonardo Salviati, Genetica Medica Università degli Studi di Padova; Associazione Beta-Sarcoglicanopatie, Jain-Foundation.
Tale argomento è stato oggetto della pubblicazione Tasca et al 2016 nella quale si sono studiati i microRNAs sierici come biomarcatori di SLA ad esordio spinale e bulbare e correlati con altri parametri biochimici. Nella tesi di dottorato della Dott.ssa Valentina Pegoraro, inoltre, si sono analizzati i microRNA sia muscolari che infiammatori in biopsie muscolari di pazienti affetti da SLA e vengono correlati tali dati alla morfometria delle fibre. Sono inoltre state analizzate le differenze tra pazienti di genere maschile e femminile e pazienti con esordio di malattia sopra e sotto i 55 anni di età. Particolare attenzione è stata data ai casi genetici di SLA. Sono in corso di studio alterazioni di microRNAs muscolari nel corso di riabilitazione che verranno correlati con scale funzionali fornite dal dott. Antonio Merico.

4) Effetti molecolari e clinici del trattamento riabilitativo nella Distrofia Miotonica di tipo I e paraparesi spastiche: analisi di microRNA sierici.
Responsabile: Paola Cudia
Altri enti coinvolti: Università degli Studi di Padova
Nel campo della riabilitazione è stato pubblicato un importante articolo sugli effetti della Functional elettrical stimulation (FES) sulla DM1 (Cudia et al 2016). Sono in corso di revisione le analisi dei microRNA sierici ottenuti nel corso di riabilitazione nei pazienti con DM1, sottoposti sia a trattamento di rinforzo aerobico che con concomitante FES.

5) Fattori prognostici, imaging muscolare con RMN e TAC nella malattia da accumulo di lipidi neutri e correlazioni con microRNA
Responsabile: Corrado Angelini
Altri enti coinvolti: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, sezione genetica Prof.ssa Daniela Tavian; Dipartimento di Neuroscienze Università degli Studi Padova; Dr. Hirano, Università di Osaka (Giappone).
E’ stato pubblicato un articolo su Biochimica et Biophysica Acta che riguarda la lipolisi e la lipofagia nelle malattie da accumulo di lipidi neutri nelle miopatie riboflavina responsive nei deficit di carnitina e CPT. E’ stato presentato un poster all’American Academy of Neurology del 2016 sulle correlazioni tra microRNA sierici e fenotipi clinici e di imaging neuro radiologico muscolare.

6) Alterazioni mitocondriali nelle malattie neurodegenerative
Responsabile: Corrado Angelini
Altri enti coinvolti: Mitocon; Telethon
Nella patologia del motoneurone è stato studiato il livello dei complessi della catena mitocondriale ed è in preparazione un lavoro sulla correlazione tra età d’esordio e down-regolazione della catena mitocondriale. La prevalenza delle neuropatie nelle malattie mitocondriali è stata pubblicata su Neuromuscular Disorders (Mancuso et al 2016). E' quindi pervenuta una lettera di Finsterer cui è stata fornita una riposta, pubblicata sempre su Neuromuscular Disorders. E’ in corso di scrittura una review sull’attività dei mitocondri nei macrofagi riguardante il loro shift da stato aerobico a stato glicolitico, che può avere importanti ricadute nei pazienti con mitocondriopatia.

7) Qualità di vita nelle malattie neuromuscolari e effetto della riabilitazione motoria e cognitiva
Responsabile: Francesca Bevilacqua
Altri enti coinvolti: Sanofi-Genzyme; Telethon; AFM
La qualità di vita e le scale di outcome sono analizzate in pazienti con Glicogenosi tipo 3 e tipo 2 all’interno di un progetto di registro Telethon (GUP13013). Abbiamo rendicontato tale progetto a Telethon. E' stato presentato un poster alla Convention di Riva del Garda a marzo 2017 da parte del gruppo italiano del registro sulle glicogenosi coordinato dal Prof. Toscano.

8) Modello di danno funzionale neuromuscolare, mitocondriopatie, malattie metaboliche rare in colture di fibroblasti e muscolo
Responsabile: Corrado Angelini
Altri enti coinvolti: Sanofi-Genzyme; Telethon GGP14066
Sono stati raccolti fibroblasti da pazienti con NLSD-M che vengono studiati in collaborazione con la Prof.ssa Tavian di Milano (Telethon GGP14066). Su tale argomento è stato inviato il report del II anno a Telethon, presentato alla Convention di Riva del Garda a marzo 2017. Su colture di fibroblasti di malattie di Danon sono stati fatti esperimenti riguardanti fattori inerenti al processo di autofagia e su tale argomento sarà inviato un lavoro alla rivista Cell Death and Differetiation.

9) Valutazione degli effetti del trattamento riabilitativo nelle distrofie muscolari mediante Risonanza Magnetica Nucleare del muscolo scheletrico.
Responsabile: Corrado Angelini
Altri enti coinvolti: Prof.ssa Daniela Tavian, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
Tale argomento è stato affrontato nelle distrofie dei cingoli da trasportinopatia, nelle distrofie facio-scapolo-omerali e nella miotonia congenita. Si sono raccolti numerosi casi di patologia neuromuscolare di varia causa che verranno analizzati. Su tale argomenti sono stati presentati poster sia alla AAN che alla SIN che si è svolta a Venezia nell’ottobre 2016.

10) Alterazioni cerebrali della sostanza bianca e aspetti cognitivi della Distrofia Miotonica di tipo 1 (DM1).
Responsabile:
Altri enti coinvolti: Neuroradiologia di Pisa (Prof. Siciliano) e Neuropsicologia di Pisa (Dott.ssa Sigrid Baldanzi).
Il progetto Brain DM1 si è concluso. I dati neuropsicologici e di alterazione della sostanza bianca nel cervello sono stati pubblicati in due articoli apparsi su Neuroimage e Orphanet (Baldanzi et al., 2016). In occasione del convegno SIN al Lido di Venezia, il 21 ottobre 2016 si è svolta una giornata rivolta ai pazienti, durante la quale sono state illustrate sia le tecniche, sia le future prospettive di riabilitazione cognitiva. Il giorno seguente, 22 ottobre 2016, si è svolto un corso alla SIN al quale sono stati invitati i Proff.ri Bassez e Furlong. Come prospettiva futura intendiamo, oltre a ripetere le giornate su tale patologia, organizzare altri convegni ECM su altre patologie neuromuscolari (ad esempio SLA, distrofie dei cingoli, miastenie, etc...) che vedono coinvolta la linea di ricerca corrente n.1.

 

Vengono di seguito elencati i progetti di ricerca corrente conclusi, indicizzati per anno di inizio dell'attività. Trattasi di progetti pluriennali, di durata variabile.

ATTIVITA' 2013

1. Meccanismi implicati nel rilascio di Microvescicole (MVs) da astrociti e gliosomi in condizioni basali e dopo stimolazione glutamatergica e dopaminergica.
Responsabile: Luigi Francesco Agnati
Altri enti coinvolti: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Karolinska Institutet Stockholm.

2. Rilevanza diagnostica terapeutica e riabilitativa della comunicazione intercellulare mediante Microvescicole (MVs) e mRNAs nell’ictus.
Responsabile: Annamaria Vallelunga

3. Rilevanza diagnostica terapeutica e riabilitativa della comunicazione intercellulare mediante Microvescicole (MVs) e miRNAs nelle patologie neurodegenerative.
Responsabile: Luigi Francesco Agnati

4. Identificazione di microRNAs circolanti nella malattia di Parkinson e nei Parkinsonismi Atipici.
Responsabile: Annamaria Vallelunga
Altri enti coinvolti: Università degli Studi di Catania

5. Biomarcatori periferici di progressione della sclerosi multipla e risposta al trattamento riabilitativo.
Responsabile: Raffaella Flaibani 

6. Valutazione delle alterazioni sieriche di microRNA muscolo specifici in pazienti SLA sottoposti a trattamento riabilitativo.
Responsabile: Elisabetta Tasca
Altri enti coinvolti: Università degli Studi di Padova

7. Modificazioni di markers biochimici determinate dall’intervento riabilitativo terapeutico in pazienti affetti da SLA.
Responsabile: Elisabetta Tasca

8. Colture muscolari come modello di danno funzionale neuromuscolare.
Responsabile: Corrado Angelini

ATTIVITA' 2011-2012

Programma: Caratterizzazione biochimica, finalizzata alla diagnosi e al recupero funzionale, di malattie rilevanti dal punto di vista socio-economico
Responsabile: Luigi Francesco Agnati

1. Chiarimento della rilevanza diagnostica, clinica e riabilitativa della interazione allosterica fra "G-protein coupled receptors" (GPCRs)

2. Chiarimento della rilevanza diagnostica e clinica della comunicazione intercellulare mediante Microvescicole (MVs)

3. Chiarimento della rilevanza diagnostica e clinica della comunicazione intercellulare mediante Mosaici Recettoriali (RM)

  

Programma: Processi di degenerazione a carico dei motoneuroni spinali
Responsabile: Alberta Leon

1. Attivazione dell'atrofia ed autofagia nelle malattie neuromuscolari.
Responsabile: Corrado Angelini

ATTIVITA' 2010

Programma: Caratterizzazione biochimica, finalizzata alla diagnosi e al recupero funzionale, di malattie rilevanti dal punto di vista socio-economico
Responsabile: Luigi Francesco Agnati

1. Caratterizzazione biochimica, finalizzata alla diagnosi e al recupero funzionale, di malattie neurodegenerative.

2. Caratterizzazione biochimica, finalizzata alla diagnosi e al recupero funzionale, delle conseguenze dell'abuso di sostanze stupefacenti, in particolare di cocaina.

3. Caratterizzazione biochimica, finalizzata alla diagnosi e al recupero funzionale, delle conseguenze delle cerebro-lesioni acquisite, in particolare ictus e trama cranico.

 

Programma: Meccanismi cellulari e molecolari implicati nel recupero funzionale delle demenze
Responsabile: Alberta Leon

1. Meccanismi che regolano la produzione, il rilascio e la degradazione di beta-amiloide in cellule del sistema nervoso (e meccanismo di azione delle diidropiridine).

2. Relazioni tra funzione delle neurotrofine e amiloidogenesi.

3. Sclerosi laterale amiotrofica in animali con espressione di SOD1 tessuto-specifica.

 

Programma: Processi di degenerazione a carico dei motoneuroni spinali
Responsabile: Alberta Leon

1. Ruolo del CFTR nella SLA.

2. Le poliammine come possibile chiave per interpretare i meccanismi alla base della SLA e per l'esplorazione di nuove strategie terapeutiche.

 

Programma: Malattie extrapiramidali
Responsabile: Angelo Antonini

1. Genetica ed epidemiologia dei Parkinsonismi.
Altri enti coinvolti: Azienda Ospedaliera di Padova; University of Washington (USA).

2. Diagnosi differenziale dei Parkinsonismi: ruolo della neuropatologia e delle neuroimmagini.
Altri enti coinvolti: Clinica Neurologica di Brno (Repubblica Ceca); Azienda Ospedaliera di Padova.

3. Disturbi comportamentali e cognitivi nella malattia di Parkinson e nei parkinsonismi e rispettivi correlati morfologici e funzionali.

4. Ruolo dei sintomi non-motori e delle alterazioni del sistema nervoso autonomico nei parkinsonismi.
Altri enti coinvolti: King's College Hospital and University (London, UK); Hospital Lewisham (London, UK); Fundaciòn Reina Sofia (Madrid, Spain); CIBERNED (Madrid, Spain), Instituto de Salud Carlos III (Madrid, Spain).

5. Terapie farmacologiche e chirurgiche nei parkinsonismi.

ATTIVITA' 2009

Programma: Meccanismi del recupero nelle malattie neurodegenerative, neuromuscolari e neuroinfiammatorie

1. Funzione motoria in pazienti con SLA dopo riabilitazione: ricerca di biomarkers biochimici e genetici.
Responsabile: Alberta Leon

2. Studio preclinico di neurotossicità del bortezomib nel ratto wistar
Responsabile: Alberta Leon

3. Meccanismi molecolari dell'atrofia muscolare umana nelle diverse patologie neuromuscolari: studi di modulazione proteica e di espressione genica mediante microarray.
Responsabile: Paola Cudia

 

Programma: Meccanismi di plasticità neuronale nelle cerebrolezioni acquisite

1. Biomarkers di outcome nei pazienti con cerebrolesioni acquisite in trattamento riabilitativo.

 

Programma: Meccanismi di recupero funzionale nelle patologie neuroncologiche
Responsabile: Mauro Dam

1. Biomarkers e trattamento riabilitativo in neuroncologia.
Responsabile: Antonio Merico 

ATTIVITA' 2008

Programma: Presupposti neurobiologici del recupero nelle malattie degenerative

1. Neurogenomica: fattori genetici e patologie neurodegenerative.
Responsabile: Alberta Leon

2. Studio di associazione genetica fra il polimorfismo della paraoxonasi1 (PON1) e la malattia di Alzheimer e correlati biochimici.
Responsabile: Annachiara Cagnin

3. Studio di associazione genetica tra polimorfismi della proteina tau e progranulina e demenza fronto-temporale
Responsabile: Elisabetta Gasparoli

4. Nuovi approcci per l'analisi di meccanismi molecolari implicati in processi neurodegenerativi.
Responsabile: Alberta Leon

5. Dosaggio dei glicosaminoglicani nel liquor e nelle urine di pazienti affetti da demenza di Alzheimer: ruolo diagnostico e possibili implicazioni terapeutiche.
Responsabile: Chiara Briani

 

Programma: Studio dei meccanismi di plasticità neuronale

1. Studio dei meccanismi alla base della comunicazione intercellulare
Responsabile: Luigi Francesco Agnati

 

Programma: Presupposti neurobiologici del recupero nelle malattie infiammatorie del Sistema Nervoso Centrale (SNC)

1. Markers liquorali con possibile valore prognostico
Responsabile: Paolo Gallo

ATTIVITA' 2005-2006-2007

1. Fattori genetici e plasticità neuronale nell'uomo: ruolo di varianti polimorfiche del BDNF.
Responsabile: Alberta Leon

2. Reinnervazione della placca motrice dei muscoli scheletrici in modelli sperimentali di paraplegia.
Responsabile: Pier Franco Spano

3. Nuovi approcci per l'analisi di meccanismi molecolari implicati in processi degenerativo/riparativi del SNC.
Responsabile: Alberta Leon

4. Studio di fattori genetici di rischio vascolare nella Malattia di Alzheimer.
Responsabile: Annachiara Cagnin

5. Studio del ruolo delle LDL ossidate nello sviluppo della demenza.
Responsabile: Annachiara Cagnin

6. Studio di fattori di rischio genetico coinvolti nelle demenze.
Responsabile: Annachiara Cagnin

7. Studio dei meccanismi cellulari e molecolari implicati nelle demenze.
Responsabile: Alberta Leon

8. Biodisponibilità e ruolo di alcuni ioni metallici nell'invecchiamento cerebrale e patologie correlate.
Responsabile: Adelio Rigo

9. Possibile ruolo degli antiossidanti nella conservazione e ripresa della funzionalità neuronale e cognitiva.
Responsabile: Adelio Rigo

10. Markers biologici periferici come possibile strumento diagnostico/prognostico nella sclerosi multipla.
Responsabile: Paolo Gallo

11. Funzionalità mitocondriale nella patologia del motoneurone e ricadute riabilitative.
Responsabile: Corrado Angelini

12. Mutazioni e polimorfismi genici implicati in patologie neurogenerative croniche nell'uomo.
Responsabile: Fulvio Bracco

Pagina aggiornata: novembre 2017

Numeri utili I.R.C.C.S. Ospedale San Camillo di Venezia

Come raggiungerci

  • Da Venezia P.Roma / Stazione FS

    linee di navigazione n° 1 - 5.1 - 6
  • Da Lido S.Maria Elisabetta:

    linee autobus A direzione Alberoni.
  • Da Venezia Tronchetto:

    Linea 17 (ferry-boat) per Lido.
  • Da Chioggia:

    Linea 11 per Lido.

Da Aeroporto Marco Polo:

Da Fusina:

 

Come raggiungere il SAN CAMILLO