Chi siamo

L’Ospedale è dotato di 115 posti letto (15 dei quali a disposizione dei pazienti provenienti da fuori Regione Veneto), tutti attrezzati con sistemi antidecubito:
75 letti sono dedicati alla riabilitazione neurologica intensiva
40 letti costituiscono l’unità di alta specializzazione per la riabilitazione delle turbe neuropsicologiche acquisite (URNA).  

L’Ospedale San Camillo di Venezia-Lido è una struttura sanitaria dotata di 115 posti letto (15 dei quali a disposizione dei pazienti provenienti da fuori Regione Veneto), dedita principalmente alla riabilitazione di esiti di traumi cranici e spinali, ictus, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, morbo di Parkinson, neuropatie e demenze. Nel 2005 ha ricevuto dal Ministero della Salute il riconoscimento di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) specializzato nella disciplina di neuroriabilitazione motoria, della comunicazione e del comportamento.

 

 

Gli elementi che caratterizzano l'IRCCS Ospedale San Camillo di Venezia sono:
  • le terapie innovative che vengono offerte ai pazienti, in parte derivanti dall’attività di ricerca svolta all’interno dell’Istituto, in parte dall’aggiornamento costante del personale e della strumentazione. Tra queste, la riabilitazione assistita da dispositivi robotici e il biofeedback aumentato in ambiente di realtà virtuale.
     
  • gli alti standard qualitativi e quantitativi, certificati sia per i pazienti ricoverati, sia per i pazienti esterni che si rivolgono alla struttura per prestazioni svolte in regime ambulatoriale.
     
  • la teleriabilitazione motoria on-line, un’attività pensata, sviluppata e perfezionata al San Camillo; attualmente è la forma più avanzata in Europa di questo tipo di servizio, erogato tra l’ospedale e la casa del paziente, che permette di offrire un trattamento domiciliare con gli stessi standard forniti in regime di ricovero. Il servizio sta per diventare intensivo, perché è già in fase di implementazione non solo per la riabilitazione motoria, ma anche per quella cognitiva e logopedica.
     
  • l’esperienza maturata in telemedicina, robotica e Brain Computer Interface (BCI), che ha permesso di sviluppare un sistema di comunicazione basato solo ed esclusivamente sulla modulazione dell’attività cerebrale, registrata con un elettroencefalografo, senza muovere neppure un muscolo. Questo sistema permetterà alle persone non in grado di compiere movimenti né di parlare di poter comunicare e anche di svolgere attività.
     
  • la stretta e costante sinergia tra medici, neurologi, neuropsicologi, fisiatri, logopedisti e fisioterapisti in una strategia di équipe, finalizzata ad ottimizzare nei tempi e nella qualità la riabilitazione del paziente.
     
  • l’attività di ricerca svolta congiuntamente all’attività assistenziale da molti anni. Gli studi clinici sono condotti sia presso i servizi e le unità di degenza dell’ospedale, sia nei laboratori appositamente dedicati. Attualmente sono attive cinque linee di ricerca corrente che studiano i presupposti neurobiologici del recupero funzionale, la neurofisiologia clinica, le tecnologie innovative, la telemedicina, la riabilitazione psicologica e comportamentale.
     
  • il numero sempre crescente di progetti di ricerca finalizzata finanziati.
     
  • la formazione all’interno dell’Istituto, con l’organizzazione di congressi, convegni, seminari e incontri di divulgazione e approfondimento, che vedono la partecipazione di ospiti internazionali sempre più attratti dall’attività del San Camillo.
     
  • la produzione scientifica, in termini di numero, qualità ed Impact Factor delle pubblicazioni, svolta in accordo con prestigiosi centri di ricerca internazionali, tra i quali l'Università di Sheffield (Regno Unito), l'Università di York (Canada), l'EPFL - École Polytechnique Fédérale de Lausanne (Svizzera) e numerosi centri universitari, Fondazioni e Istituti italiani.
     
  • la posizione privilegiata dell’ospedale, sul Lido di Venezia, abbracciato dal mare Adriatico con ampia spiaggia privata, lambito dalla laguna e immerso in un parco suggestivo, che ne fanno un luogo ideale per i pazienti, i quali possono godere di un ambiente particolarmente indicato per la riabilitazione fisica e psichica, anche con l’ausilio di varie attività sportive offerte dalla struttura. Inoltre all’interno del parco vi è un giardino terapeutico, il primo in Italia pensato per i pazienti ricoverati in neuroriabilitazione.

Queste caratteristiche ne fanno un centro di eccellenza europeo che ospita pazienti provenienti non solo dal Veneto, ma da tutta l’Italia e anche dall’estero.

Pagina aggiornata: gennaio 2018

Numeri utili I.R.C.C.S. Ospedale San Camillo di Venezia

Come raggiungerci

  • Da Venezia P.Roma / Stazione FS

    linee di navigazione n° 1 - 5.1 - 6
  • Da Lido S.Maria Elisabetta:

    linee autobus A direzione Alberoni.
  • Da Venezia Tronchetto:

    Linea 17 (ferry-boat) per Lido.
  • Da Chioggia:

    Linea 11 per Lido.

Da Aeroporto Marco Polo:

Da Fusina:

 

Come raggiungere il SAN CAMILLO